Home » FuoriSONDA (Page 2)

Category Archives: FuoriSONDA

Delio Tropeano: 44mila click su Youtube

Delio Tropeano, un giovane cantautore bolognese, ha postato una settimana fa un video su Youtube.
Il brano, dal titolo Il vostro mondo,  è stato prodotto da Marco Bertoni e il video è stato realizzato dalla The Loc Production.
Ha superato le 44mila visualizzazioni in pochi giorni – cosa non da poco per un artista emergente e indipendente – e ci sembrava doveroso segnalarlo.

Massimiliano Martines presenta “Meccanismo Estetico” a Bologna

Mercoledì 31 ottobre 2012 Massimilano Martines presenta ufficialmente il nuovo CD “Meccanismo Estetico” presso La Feltrinelli di Bologna (piazza Ravegnana, 1). Dalle ore 18 live acustico e presentazione del videoclip Meccanismo Estetico, interverranno il regista Marco Coppola, il direttore della fotografia Mirco Sgarzi e alcune delle maestranze coinvolte.

Modera l’incontro il giornalista Andrea Tinti.

“Meccanismo Estetico” (Liquido Records, 2012) è il nuovo album di Massimiliano Martines. Un lavoro fortunato prima ancora della sua uscita ufficiale: le canzoni che lo compongono, infatti, hanno conquistato l’attenzione del prestigioso Club Tenco, che ha selezionato l’artista pugliese di stanza a Bologna per la rassegna “Il Tenco ascolta 2011”. Il “45 Giri Film Festival”, invece, ha inserito il brano Mistress tra la rosa delle canzoni su cui si sono dovuti cimentare i videomakers in concorso.

Dopo “Frottole”, album di esordio datato 2009, Massimiliano Martines dà vita ad un nuovo progetto che prende spunto dall’album precedente per evolvere in un percorso musicale e testuale più maturo e consapevole. “Meccanismo Estetico” vira verso orizzonti più rock, pur attingendo alla tradizione poetica e cantautorale italiana, e non solo. Martines affina la propria scrittura e riesce a far confluire in questo cd riferimenti lontani tra loro per linguaggio, suono e poetica: dai Led Zeppelin, ai Sigur Ros, da Bowie a Neil Young, fino al primo Vasco.

La produzione artistica di “Meccanismo Estetico” è stata curata da Antonello D’Urso e Vince Pastano, già collaboratori di importanti autori della scena musicale italiana come Guido Elmi, Luca Carboni, Beppe D’Onghia, Lucio Dalla, Fede Poggipollini, Barbara Cola, Grazia Verasani, etc. Hanno collaborato alla realizzazione del disco Max Messina (batteria), Daniele Chiefa (chitarra) e Fabrizio Luca (percussioni).

L’artwork del cd è opera dell’artista di origini spagnole Carlos Sanz, la parte visuale della fotografa Claudia Marini.

Tracklist

  1. Frutti Di Stagione
  2. Meccanismo Estetico
  3. Sugli Alberi
  4. Americana
  5. Mistress
  6. Le Memorie Di Adriano
  7. Frutta Fresca
  8. La Maglietta
  9. Quante Quante Quante Quante
  10. Il Mio Universo

http://www.massimilianomartines.com/

Alesya. Il nuovo ep

Alesya ha recentemente pubblicato un ep omonimo. I quattro brani sono stati registrato presso la Barchessa Bolivar (ex Esagono) di Rubiera ed è possibile ascoltarne un estratto su Soundcloud.
A inizio estate Alesya è stata intervista per SONDAinONDA e ha suonato per noi Ghiaccio e Polvere in versione unplugged.

18 Politico Crew

I 18 Politico, gruppo hip hop di Parma, stanno attualmente lavorando al prossimo disco, che uscirà nell’inverno 2013.

Nel frattempo il video/singolo del brano Italia dei Valori,  tratto dall’album Niente Scuse, ha superato le 10000 visualizzazioni su YouTube.

La Metralli vince il premio Ciampi 2012

A Buzz Supreme è orgogliosa di annunciare la vittoria de La Metralli nel concorso nazionale del Premio Ciampi 2o12. Giovedì 11 ottobre 2012, a Firenze, in occasione della conferenza stampa di presentazione del “Premio Ciampi Città di Livorno”, gli organizzatori hanno presentato i contenuti della della diciottesima edizione che avrà il seguente tema: “La Cultura non è un lusso”.

La Metralli ritirerà il Premio Ciampi, insieme a quello della SIAE ed a una targa della AFI (Associazione Fonografici Italiani), in occasione della serata finale della manifestazione, che si svolgerà a Livorno, il 27 ottobre, e condividerà il palco del Teatro Goldoni insieme ad artisti del calibro di Roberto Vecchioni, Eugenio Finardi, Claudio Lolli, Bobo Rondelli, Morgan ed altri ancora.

Dopo l’uscita nel 2011 del loro debutto “Del mondo che vi lascio”, album che viaggia tra suggestioni balcaniche e mediterranee, musica antica e futura, popolare e sperimentale, questo prestigioso riconoscimento arriva a compimento di un anno denso di soddisfazione per la formazione modenese.

E’ a causa della particolare fusione di elementi musicali che permeano la musica de La Metralli che nel marzo 2012 viene attirata l’attenzione dei produttori della serie televisiva statunitense “Missing”, trasmessa in USA sulla ABC e in Italia su Sky. Viene scelto il brano Prima che il vento per musicare una scena di ballo tra Ashely Judd e Adriano Giannini, nel terzo episodio della prima serie. A giugno poi La Metralli è stata chiamata per realizzare la colonna sonora di una applicazione per iPad, dal titolo “Play Art”. In agosto è stata la volta della finale dell’Umbria Folk Festival e subito dopo della proposta di una collaborazione con l’artista americana Ryat, su etichetta Ninja Tune.

In occasione della serata finale del Premio Ciampi, verrà presentato un nuovo video e l’EP digitale che sarà distribuito da Digitalea/The Orchard, anticipando l’uscita del secondo album prevista per il 2013.

Per informazioni: www.lametralli.com

(fonte: A Buzz Supreme)

Ero

Ero in tour per presentare il nuovo cd “Fermoimmagine”: 17 ottobre ospiti di Marco Moser a K-Rock Radiostation, 19 ottobre presentazione live al Kalinka di Carpi, a novembre live ai Vizi del Pellicano di Fosdondo (RE) e al Tunnel di Reggio Emilia in date da definire, infine il primo dicembre live al Caffè del Teatro Astoria di Fiorano Modenese.
Il sito web di Ero
Ero su facebook 

MilaServeAiTavoli

Parecchie novità in rete per i modenesi MilaServeAiTavoli: Facebook rinfrescato con nuovo logo e nuove foto oltre a un canale Youtube con parecchi video tra cui il recentissimo Che Bella Giornata

An Introduction To Vulcanology

Certe volte la creatività riesce a concretizzarsi, e quando questo succede i risultati sono spesso straordinari: è questo il caso dei quattro artisti di Vulcanophono, quattro realtà creative estremamente vive e attive nel territorio modenese (ma non solo) che hanno deciso di unire le forze per fare ed emergere. Singolarmente di traguardi ne hanno già raggiunti parecchi, in questi mesi, e i loro nomi forse non vi saranno propriamente nuovi (alcuni li abbiamo già recensiti anche noi su queste pagine), ma se volete conoscerli meglio l’occasione giusta è il 15 aprile 2012 in Tenda – a Modena, in viale Monte Kosica – con “An Introduction To Vulcanology”.

Per capire meglio il progetto, e cosa succederà durante la giornata di domenica, abbiamo rivolto qualche domanda a ED. Anche se la risposta, come ci si poteva aspettare, è arrivata in maniera corale da tutte le bocche di Vulcanophono.

Vulcanology

Innanzitutto spiegaci un po’ cos’è Vulcanophono, perché avete scelto di darvi questo nome e cos’è la “vulcanology” che presenterete al pubblico il 15 aprile in Tenda?
Vulcanophono è un collettivo musicale,una fabbrica di idee ed emozioni che esplodono con tutta la violenza di un vulcano. Vulcanology è il manifesto del Vulcanophono, è il nome dell’evento del 15 aprile ma è anche la “scienza che studia il Vulcanophono”, un approccio in chiave ironica a questa nuova realtà emergente.

Come è nata e quando l’idea di mettere insieme il collettivo, da quali necessità?
Ritengo che alla base dell’arte ci sia un magma di pulsioni, urgenze ed energia. Vulcanophono è un’ idea di un gruppo di amici che si incontrano, condividono la stessa passione e hanno una profonda stima reciproca. Si tratta di un collettivo fatto da individui diversi, ma con affinità e divergenze che danno vita ad una miscela più ricca di quello che sarebbero se presi singolarmente.

Temporalmente, però, l’embrione del progetto quando è nato? Se quella del 15 si può considerare come la presentazione ufficiale, è anche vero che il nome Vulcanophono gira già da un po’…
Vulcanophono esiste come idea da piu’ stagioni, è partito tutto con il tour USA di ED e Angus McOg. Poi in questi mesi ci sono state riunioni, concerti visti insieme, cene casalinghe e tutto quello che serve a vedere cose che da soli hanno un altra luce. Abbiamo organizzato piccoli eventi in posti diversi per abitudini e frequentazioni, per farci conoscere e per dimostrare come le cose fatte con passione e competenza possano interessare diverse individualità. La fase embrionale è sempre la più elaborata, quindi siamo “usciti allo scoperto” solo adesso, per questioni di tempo e di organizzazione.

Raccontaci in breve quali sono gli artisti in Vulcanophono, e cosa possiamo aspettarci dalla data in Tenda…
Angus McOg, Setti, ED, Rashomon: quattro diversi tra loro a rappresentare il senso del collettivo, che fa dell’eterogeneità stilistica un valore e non un limite. Il 15 aprile è una sorta di “Piacere di conoscervi, noi siamo il Vulcanophono”. Potete aspettarvi una gran bella serata: buona musica e gli A Classic Education – il miglior gruppo italiano, a nostro parere – di ritorno da un tour di 2 mesi negli USA, autori di un disco e di un percorso che deve essere motivo d’orgoglio e stimolo per chi vuole fare musica in Italia. Spazio poi per il mercatino vintage ed etichette italiane indipendenti, che porteranno il proprio contributo musicale presentando i frutti del loro lavoro.

Giusto, ci puoi spiegare un po’ la presenza degli A Classic Education? Dato che la serata è una presentazione di Vulcanophono immagino che ci sia qualcosa che vi lega alla band, che non saranno presenti in veste di headliner e basta.
Siamo amici, e gli ACE sono prima di tutto un gruppo che piace davvero tanto ad ogni membro del collettivo. Sono un esempio, in questi tempi di inflazione mediatica e di cambiamento radicale della diffusione della musica, perché sono quelli che hanno sempre avuto ben chiaro cosa volevano fare e l’hanno fatto. Attraverso viaggi, investimenti e sacrifici, senza mai rinunciare ai propri sogni.

Qual è secondo te il futuro di Vulcanophono, o qual è comunque la direzione che vorreste dargli?
Fare, fare e fare con criterio, seguendo il nostro gusto e la nostra poetica. Subito si parlava di autopromozione, di mettersi assieme e darsi una mano. Ora queste quattro individualità musicali non sono più l’unico “motivo” del collettivo, anzi! Non si tratta di creare un sentiero facilitato per noi 4. Collaborare con realtà già avviate per apportare un valore stilistico aggiunto (cosa che accadrà in primis al Friction Festival di quest’anno, in cui abbiamo curato parte della direzione artistica). Una delle direzioni è si sicuro quella di una buona diffusione della musica live.

Quindi pensate di aprirvi anche ad altri artisti, se queste dovessero farsi avanti? Oppure preferite rimanere un collettivo legato più da rapporti di amicizia, e continuare ad organizzare le vostre cose?
I rapporti di amicizia fra di noi sono nati in massima parte dalla reciproca stima artistica, perché si apprezzava il lavoro degli altri. Probabilmente lo si apprezza per una sensibilità comune, che indubbiamente influisce sul lato umano (che non è secondario), come è naturale che sia. Però con Vulcanophono si vogliono fare delle cose belle insieme costruendoci attorno un’identità che si sta lentamente autodeterminando, non un picnic con gli amici. E le cose belle, fatte con passione, non sono nostre, sono di tutti. Esempio concreto: ci sono state e ci saranno serate promosse da Vulcanophono in cui nessuno del collettivo si è esibito, è stato tutto molto bello e molto nostro, a mio parere. Identità non vuol dire chiusura. Per il futuro poi si possono interrogare le stelle, magari dall’astronave di Vulcanology.

 

www.vulcanophono.com

 a.l.

 

A Piece for Peace

A Piece for Peace

A Piece For Peace

L’Assessorato alle Politiche Giovanili ed il Centro Musica del Comune di Modena, propongono un bando di concorso rivolto a gruppi musicali e singoli musicisti attivi sul territorio modenese, per la realizzazione di un brano ispirato ai temi dei Diritti/Doveri, Legalità, Pace. Per accompagnare i gruppi nel lavoro di elaborazione e realizzazione del brano è previsto il laboratorio creativo Music Factory per lavorare dal testo al suono sull’arrangiamento del brano musicale.

Il concorso prevede la selezione dei 5 migliori testi (anche già arrangiati) presentati entro e non oltre il 24 ottobre 2011. I 5 gruppi potranno accedere al laboratorio Music Factory e successivamente al Live Contest che si terrà a Modena nel mese di dicembre 2011 in cui una commissione nominata dal Centro Musica sceglierà i 3 migliori gruppi che saranno premiati nel corso della serata.

1° premio – € 600 in buoni acquisto di strumenti musicali
2° premio – 2 giornate di registrazione nello studio Bizzarri Studio, c/o Centro Musica, Via due canali sud 3, Modena
3° premio – 2 abbonamenti mensili in sala standard presso le sale prove Mr. Muzik, via Morandi 71, Modena

Possono partecipare artisti e gruppi musicali di Modena e provincia la cui maggioranza dei componenti abbia un’età inferiore ai 25 anni e sono ammessi tutti i generi musicali.

Per qualsiasi informazione sulle modalità di iscrizione (gratuita!) e per visualizzare il bando completo visitate www.musicplus.it/apieceforpeace. Vi aspettiamo!

 

A Modena la Festa della Musica 2011

Festa della Musica 2011

21 giugno 2011 – Finalmente la Festa della Musica torna anche a Modena ed il prossimo 21 giugno il centro storico si riempirà di musicisti con 20 palchi e musica di tutti i generi: raggae, rap, indie, ma anche jazz, blues, classica… ci sarà posto per tutti.

Programma vastissimo, potete consultarlo a questo link: FESTA DELLA MUSICA 2011

Due sono i palchi che ci teniamo a segnalarvi… Il primo è quello in Largo Sant’Eufemia curato da noi del Centro Musica, il SONDA STAGE. Le 8 band che si alterneranno sul palco sono state scelte tra le tantissime iscritte al Progetto SONDA e dalle 19.00 in poi ecco cosa vi aspetta:

– GIALLO MAPARI (Facebook)
NERS (FacebookSoundcloud)
– BARBARA GOBBI (Official Site)
– FRANKSPARA (Official Site)
– PSICANTRIA
GHETTO 3 (Official Site)
THE VILLAINS (Facebook)
TANGE’S TIME (Blog)

Il secondo concerto che vi proponiamo è curato dallo staff de La Tenda, c/o il Giardino Ducale Estense, e dalle ore 18.00 potrete ascoltare:

– THE SQUEEZER (Facebook)
– CART29 (Facebook)
– NOT SO KIND (Facebook)
– GEFFEN Facebook
– NOTIMEFOR Facebook
– SAID Facebook
– WHAT A FUNK Facebook

e le tre band vincitrici dell’Avis Factor: EXILED 4 DAMN – FUXIMILE – FIGLI DEL PAPA

In largo Muratori, infine, dalle 17.30 in poi BIZZARRI RECORDS DJSET reggae, dancehall, hip hop feat. LION D – RAS TEWELDE – BIZZARRI SOUND and many more + open mic freestyle.

Buona musica a tutti!

m.s.