Home » Posts tagged 'lei (no) innocence'

Tag Archives: lei (no) innocence

Sonda Tour: le aperture nei locali partner 2019/2020

Ecco le aperture confermate con gli artisti di Sonda per questa stagione di collaborazione con live club e festival dell’Emilia Romagna:

DIAGONAL LOFT CLUB
– 13 novembre: DAVIDE BOSI in apertura a Elizabeth Moen
– 20 novembre: OVERTHOUGHT in apertura a Booty Ep

COVO CLUB
– 15 novembre: FUCKING COOKIES + SONS OF LAZARETH in apertura a The Detroit Cobras

SPLINTER CLUB
– 15 novembre: MISTER PECULIAR in apertura a Greyson Capps Band
– 15 febbraio: HEMP in apertura a Mondo Generator

LOCOMOTIV CLUB
– 22 novembre: LEI (NO) INNOCENCE in apertura a Telefon Tel Aviv

BRONSON
– 29 novembre: ARIANNA POLI + MORIEL in apertura a Fosco17

ATP Live Music Club (in collaborazione con Godot Festival)
– 19 dicembre: LA CONVALESCENZA in apertura a I Botanici

OFF
– 25 gennaio: NIKO ALBANO + MATTEO POLONARA in apertura a 2000 Power djset

RIOPEN (in collaborazione con Godot Festival)
– 11 settembre 2020: CORNER IN BLOOM in apertura a John Qualcosa/Altre di B
– 12 settembre 2020: CESARE AUGUSTO GIORGINI in apertura a Blindur/Duo Bucolico

LEI, (NO) INNOCENCE: Innocence

I Lei, (No) innocence sono un duo di base a Bologna, composto da Gabriele Chinè Milieri e Giuseppe Cassano. “Innocence” è il loro primo vagito discografico, un album intriso di dark ambient che potrebbe fare la gioia di molti appassionati di sonorità al silicio. Il disco è un “concept” sulla purezza e la solitudine, composto da innumerevoli strati e concepito come un’opera unica divisa in dieci movimenti. “Innocence” è il dolce che diventa salato, la felicità che assume le sembianze della disperazione. Dal vivo i brani sono accompagnati da visual espliciti, un serrato montaggio di immagini pornografiche anni ’60. I loro videoclip sono stati oscurati sulle piattaforme come YouTube, mentre l’artwork dell’album è una foto trattata appartenente alla collezione “National child labor committee”, che documenta le condizioni di lavoro, soprattutto di donne e bambini, negli Stati Uniti nei primi del ‘900. Silenzi, distorsioni, nebbia sonora, sibili e anfratti sonori sono gli angoli appuntiti di questo lavoro. Un disco da ascoltare con paziente attenzione, magari comodamente seduti e in cuffia. Lei, (No) innocence vuole disturbare, punzecchiare ed infastidire.

(A Buzz Supreme) CD/Digitale

Lei, (No) innocence: SONDAinONDA

Lei, (No) innocence è un duo con base a Bologna che fonde elettronica e strumenti analogici. A fine 2018 ha pubblicato per A Buzz Supreme il primo lavoro discografico, Innocence, un concept sulla purezza e la solitudine. Esattamente un anno dopo esce Solitude is the playfield of Satan, un ep con quattro brani.
Due parole per definire il loro genere: dark ambient.

Ascolta il brano In a Wood Overflown by Lanterns tratto dall’ep Solitude is the playfield of Satan