Home » Posts tagged 'la metralli'

Tag Archives: la metralli

Le produzioni di Sonda

Sonda Club arriva alla terza accoppiata di singoli. Dopo Paolo Belli feat. Trio Medusa con i New Colour, i Giardini di Mirò remixati da Teho Teardo con i Kisses From Mars, gli Skiantos feat. Claudio Lolli con Nicholas Merzi e i Confusional Quartet con i feat. Esserelà, ora tocca ad altri importanti artisti sostenere un paio di giovani iscritti al progetto Sonda. La disponibilità per i singoli 2018 è stata cercata e trovata in Mara Redeghieri (ex voce degli Ustmamò) e Murubutu. Due pezzi da novanta nei rispettivi territori di movimento, se Mara è stata la voce degli Ust, per poi trovarsi artista solista con canzoni tra le mani così dense che sembrano sampietrini lanciati contro la sonnolenta società civile, dall’altra parte c’è Murubutu tra i nomi che contano del rap italiano, con testi così pregnanti da farti piegare le ginocchia. A loro si sono affiancati una giovane band: La Metralli (con Mara) e il rapper Messia (con Murubutu). Per La Metralli si tratta di una conoscenza di vecchia data, il gruppo e Mara si erano già incrociati e le loro strade, se pur nella differente cifra artistica, sono in qualche modo accomunabili, mentre per Messia essere sul lato B di un singolo con Murubutu crediamo sia un grande onore, nonché uno stimolo per proseguire una carriera iniziata da poco. Mara Redeghieri ci ha “regalato” un brano, “Augh”, tratto dal suo album solista, che è stato accoppiato a “Ellittica” de La Metralli. Murubutu, invece, ci ha “omaggiato” del suo “Mara e il maestrale” (una coincidenza nel titolo con la Mara dell’altro singolo del tutto fortuita) contenuto nell’album “L’Uomo Che Viaggiava Nel Vento E Altri Racconti Di Brezze E Correnti”, a cui è stato affiancato “Matondo” di Messia. Anche in questa tornata di pubblicazioni i singoli saranno colorati, per scoprire i colori dei vinili guardate la foto in pagina o passate dal Centro Musica a ritirare la vostra copia gratuita. Ovviamente affrettatevi, la tiratura è limitata a 300 copie per titolo. Sarete tra i fortunati 300?

Mara Redeghieri “Augh”

La Metralli “Ellittica”

Murubutu “Mara e il maestrale”

Messia “Matondo”

Le scelte dei valutatori: Giampiero Bigazzi

Giampiero Bigazzi

bigazzi3000 battute per quello che ho ascoltato da Sonda.
Devo scegliere tre nomi, fra quelli che il Centro Musica mi ha assegnato negli ultimi due anni come “valutatore del progetto Sonda” e non è facile. “Quelli che ritieni particolarmente meritevoli”, mi dicono. Ma son tutti bravi! Questa è la caratteristica dominante: il livello delle proposte è veramente buono, non solo nell’ultimo periodo, ma dall’inizio di quest’impresa. Ma devo parlare solo di tre proposte. E poi devo farlo in 3000 battute e ne ho consumate già 503…

Ok, rischio. E scelgo tre gruppi musicalmente diversi, ma che hanno in comune formazioni strumentali fuori dallo standard rock-pop.

 

THE CHICKEN QUEENS
chicken2Il primo è un duo: The Chicken Queens. Sono Matteo Capirossi, voce e chitarra, e Luca Sernesi, batteria (o “tum tum pa”). C’è energia. Lo chiamano “blues incattivito”. Abituato a gestire ensemble affollatissimi, mi piace l’idea del duo, essenziale e grintoso. Facile da presentare dal vivo (e infatti mi dicono che concerti ne fanno). Forse si sente un po’ la mancanza delle frequenze basse, risolvibile da un missaggio accurato in modo da poter sfruttare lo sfruttabile al massimo (per esempio la cassa della batteria). Il risultato sono canzoni ruvide, ma eseguite bene. C’è la base blues e sonorità più contemporanee. Semmai potrebbero provare a sviluppare il loro suono e tentare un po’ di sperimentazioni. In modo che la radice blues non diventi una piccola prigione (che comunque non è male, come prigione).

 

FOURSOME
foursomeIl secondo è Foursome.
La formazione è notevole: tromba, trombone, tastiera (bell’organo antico…), elettronica, batteria. Mi piace.  E’ atipica, coraggiosa, ma in fondo – con strumenti diversi e quindi più originali – si riesce a coprire lo spettro armonico di un quartetto “rock normale”. Bella scelta. L’atmosfera jazz-rock è molto interessante. Sono Simone Copellini, tromba, Federico Pierantoni, trombone, Giulio Stermieri, Hammond ed elettronica, Riccardo Frisari, batteria. Era molto tempo che non ascoltavo soluzioni come queste, presi come siamo dal dominio delle chitarre elettriche o dai suoni finti. Mi hanno ricordato i miei amici Lounge Lizards… non so se li abbiano mai ascoltati… lontani anni Ottanta… Non so quanto possa aver successo oggi questo tipo di proposta, ma merita insistere: chissà che non appaia una novità che potrebbe anche colpire l’attenzione di un pubblico più giovane.

 

LA METRALLI
lametralliInfine, se proprio devo fermarmi a tre, La Metralli. è stato difficile trovare appunti da fare a questo ensemble che si potrebbe definire di “canzone d’autore”, ma tinta con i colori della tradizione popolare. Una buona nuova veste raffinata alla canzone d’autore, mescolata a sapori popolari non consueti, non di maniera. Molta attenzione ai testi con arrangiamenti giusti. Esecuzione perfetta. Bella la voce. Sono tutti bravi musicisti. C’è un po’ di jazz, un po’ di balera. è un quartetto: Meike Clarelli, voce, chitarra, kazoo; Matteo Colombini, chitarra acustica ed elettrica; Marcella Menozzi, chitarra elettrica; Serena Fasulo, contrabbasso, basso.

 

bigazziGiampiero Bigazzi
Produttore, editore, compositore, autore e musicologo,
ha cominciato a suonare nel 1968 e ha legato il suo nome 
a quello dell’etichetta Materiali Sonori. Più “organizzatore 
di suoni” che musicista, ha collaborato con importanti artisti 
e band fra i protagonisti della musica indipendente e di ricerca
in Italia e nel mondo. Scrive, organizza festival, mette in 
scena spettacoli di narrazione e di teatro minimo musicale.

La Metralli – SONDAinONDA

Incontriamo l’ensemble La Metralli in un momento particolarmente felice del loro percorso artistico, appena prima di recarsi al Premio Ciampi dove sono stati eletti vincitori dell’edizione. Il progetto, attivo ormai da qualche anno, ha le potenzialità per entrare nell’eccellenza dalla musica d’autore italiana grazie a un mix di sonorità mediterranee, jazz e musica popolare da cui scaturisce un grande forza evocativa che miscela gusti e stili differenti.

Con un nuovo EP in uscita abbiamo voluto scoprire un pò di più su questo gruppo in ascesa e abbiamo avuto anche il piacere di ricevere in regalo una versione acustica dei brani Prima che il vento e Cuore Quantico in esclusiva sul nostro canale YouTube.

www.lametralli.com

La Metralli vince il premio Ciampi 2012

A Buzz Supreme è orgogliosa di annunciare la vittoria de La Metralli nel concorso nazionale del Premio Ciampi 2o12. Giovedì 11 ottobre 2012, a Firenze, in occasione della conferenza stampa di presentazione del “Premio Ciampi Città di Livorno”, gli organizzatori hanno presentato i contenuti della della diciottesima edizione che avrà il seguente tema: “La Cultura non è un lusso”.

La Metralli ritirerà il Premio Ciampi, insieme a quello della SIAE ed a una targa della AFI (Associazione Fonografici Italiani), in occasione della serata finale della manifestazione, che si svolgerà a Livorno, il 27 ottobre, e condividerà il palco del Teatro Goldoni insieme ad artisti del calibro di Roberto Vecchioni, Eugenio Finardi, Claudio Lolli, Bobo Rondelli, Morgan ed altri ancora.

Dopo l’uscita nel 2011 del loro debutto “Del mondo che vi lascio”, album che viaggia tra suggestioni balcaniche e mediterranee, musica antica e futura, popolare e sperimentale, questo prestigioso riconoscimento arriva a compimento di un anno denso di soddisfazione per la formazione modenese.

E’ a causa della particolare fusione di elementi musicali che permeano la musica de La Metralli che nel marzo 2012 viene attirata l’attenzione dei produttori della serie televisiva statunitense “Missing”, trasmessa in USA sulla ABC e in Italia su Sky. Viene scelto il brano Prima che il vento per musicare una scena di ballo tra Ashely Judd e Adriano Giannini, nel terzo episodio della prima serie. A giugno poi La Metralli è stata chiamata per realizzare la colonna sonora di una applicazione per iPad, dal titolo “Play Art”. In agosto è stata la volta della finale dell’Umbria Folk Festival e subito dopo della proposta di una collaborazione con l’artista americana Ryat, su etichetta Ninja Tune.

In occasione della serata finale del Premio Ciampi, verrà presentato un nuovo video e l’EP digitale che sarà distribuito da Digitalea/The Orchard, anticipando l’uscita del secondo album prevista per il 2013.

Per informazioni: www.lametralli.com

(fonte: A Buzz Supreme)