porno sikis porno film izle porno video sikis izle eskişehir escort anal porno izle escort istanbul sex film

Home » Gli ascolti di Sonda 2014 » A-G » DEVOCKA: La morte del sole

DEVOCKA: La morte del sole

Devocka

Terzo album per i ferraresi Devocka e terzo centro. Post punk con venature noise cantato in italiano. A metterla giù così sembra semplice, invece non lo è per niente. I Devocka pestano sugli strumenti, me li immagino sanguinanti alla fine di un concerto o di una seduta di registrazione. Pestano di brutto. Un disco buio, tetro e scuro. Un disco che mette a disagio. Un disco che mi ha ricordato in brevi flash i Public Image Limited di antica memoria. Un disco urlato. I Devocka sono rumorosi quel che basta per infastidire i padiglioni auricolari. E noi in questo fastidio ci sguazziamo. Figli degeneri del Teatro degli Orrori, i Devocka fanno male. Un male all’anima. Eterno rincorrersi tra gioia e dolore. Poi all’improvviso ti svegli, l’album è terminato. Bisogna decidere se prendere una boccata d’aria o rigettarsi nel tunnel. La scelta è ovviamente scontata, si torna nel tunnel. I Devocka sono potenti anche nei momenti di pace. Perché qui non c’è pace. Il caos regna sovrano. Il caos. La bellezza del caos.

(I Dischi del Minollo/Audioglobe) CD